Il CIHEAM Bari è un centro di formazione postuniversitaria, ricerca scientifica applicata e progettazione di interventi in partenariato sul territorio nell’ambito dei programmi di ricerca e cooperazione internazionale.

L'Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari è stato, con quello di Montpellier, il primo a essere fondato dal CIHEAM.

Il CIHEAM Bari gode dei privilegi di extraterritorialità riconosciuti dalla Repubblica Italiana agli organismi internazionali, grazie all'accordo istitutivo, sottoscritto nel 1962 dal Governo italiano, ratificato in Italia con la legge n. 932 del 13 luglio 1965 e integrato dall’Accordo di sede, ratificato con la legge n. 159 del 26 maggio 2000.

Nel 1970 fu avviata la realizzazione del campus nel territorio di Valenzano. La nuova sede fu inaugurata il 27 ottobre del 1972.

In linea con il Piano d’Azione 2025 per il Mediterraneo del CIHEAM (CAPMED 2025), il CIHEAM Bari svolge un ruolo di primo piano in numerose attività che costituiscono una piattaforma per istituzioni e organismi internazionali interessati a cooperare nel Mediterraneo. Inoltre, in molti casi, l’esperienza acquisita può essere trasferita utilmente in altre regioni del mondo. Particolare attenzione è riservata dal CIHEAM Bari alla rete degli Alumni, per facilitarne il coinvolgimento, soprattutto nei paesi d’origine. 

Le azioni di cooperazione e ricerca riguardano importanti tematiche quali la sicurezza alimentare, la riduzione della povertà, il rafforzamento delle capacità istituzionali, l’uso più efficiente delle risorse naturali, la valorizzazione della produzione e della produttività agricola, la promozione dell’agricoltura biologica, lo sviluppo di sistemi alimentari sostenibili, la resilienza agli effetti dei cambiamenti climatici, la gestione integrata delle aree costiere, l’empowerment di genere, la pesca e l’acquacoltura, etc.

Con le sue attività di rete il CIHEAM Bari mobilita centinaia di istituzioni dislocate in vari paesi, consolidando relazioni con esperti, partenariati istituzionali e multi-attore, rapporti bilaterali e iniziative con il settore privato. Questa capacità di “fare sistema” favorisce lo scambio autogenerativo di informazioni, di competenze tecniche e professionali, la realizzazione di pubblicazioni, l’attuazione di attività di ricerca innovativa e di formazione, l’organizzazione di conferenze e seminari e l’armonizzazione di linee guida metodologiche.

Maurizio Raeli è il Direttore del CIHEAM Bari da Gennaio 2017.

Missione

Promuovere l’agricoltura sostenibile nel Mediterraneo.

Attraverso la Formazione, la Ricerca e la Cooperazione, il CIHEAM Bari opera nello spirito di una cooperazione internazionale in agricoltura a favore dei paesi mediterranei.

Obiettivi

Puntando sulla sinergia tra istruzione/formazione, ricerca scientifica applicata e cooperazione, il CIHEAM Bari offre risposte concrete a problematiche di grande attualità quali la sicurezza alimentare e la qualità in agricoltura.

Grazie all’attenzione costante rivolta al dialogo istituzionale nel bacino mediterraneo, il CIHEAM Bari IAMB svolge un ruolo attivo in numerose attività che vanno da programmi internazionali e piani strategici nazionali a iniziative locali.

Le azioni sono svolte nel rispetto delle risorse naturali e della biodiversità per la valorizzazione dell’agricoltura sostenibile e per rispondere alle sfide della globalizzazione.